Lo sconto immediato sull’acquisto caldaia è una delle misure previste nella Legge di Bilancio per incentivare a cambiare una vecchia caldaia con una nuova a condensazione. Si tratta di un'opportunità grandiosa, che riserva ai contribuenti un risparmio significativo, ma in cosa consiste esattamente e quali requisiti occorrono per ottenerlo? Scopriamo di più sull’acquisto caldaia con sconto immediato.

In cosa consiste l’incentivo sull’acquisto caldaia con sconto immediato

La formula sull’acquisto della caldaia con sconto immediato è stata introdotta a partire dal gennaio 2020, grazie al Decreto Rilancio 34/2020, ed è valida per gli interventi svolti in tutto il 2021 sulle spese affrontate per interventi di efficientamento energetico. Infatti, proprio il Decreto Rilancio, con gli articoli 119 e 121, ha esteso al cliente finale la possibilità di trasformare la detrazione per risparmio energetico, precedentemente spalmata in 10 anni con rate di pari importo e da caricare sulla dichiarazione dei redditi, in uno sconto immediato sul prezzo finale.

In questo modo il contribuente usufruisce subito del rimborso e invece di pagare meno sull’importo delle tasse, risparmierà sulla fattura che deve pagare. Si tratta di una bella differenza per chi decide di sostituire la caldaia, che pagherà dunque molto meno rispetto alle spese complessive, in quanto oltre all’acquisto si possono detrarre anche le spese dell’installazione direttamente nella fattura finale. Lo sconto in fattura immediato è dunque un grande vantaggio per chi deve acquistare la caldaia e installarla e grazie alle aliquote contenute nella misura il risparmio è notevole.

Come funziona il rimborso caldaia 2020 in fattura

Il rimborso caldaia 2020 consiste in una detrazione del 50% o del 65% da applicare sull’acquisto di una nuova caldaia, in base all’efficienza energetica della caldaia installata e di cui i contribuenti possono usufruire fino al 31 dicembre 2020. Infatti, grazie alla Legge di Bilancio 2021 approvata dal governo Conte bis è stato il rimborso caldaia 2021 valido fino a tutto il mese di dicembre 2021.

E’ possibile usufruire della detrazione del 50% acquistando ed installando una caldaia a condensazione di classe A. E’ invece prevista la detrazione del 65% per chi sceglie di installare, oltre alla caldaia a condensazione di classe A anche sistemi di termoregolazione evoluti in classe V, VI o VIII. Inoltre, è possibile beneficiare dell’agevolazione al 65% installando sistemi ibridi, cioè impianti composti da un sistema integrato tra pompa di calore e caldaia a condensazione. Per coloro che installano invece caldaie inferiori alla classe A non sono previste agevolazioni fiscali.

Per ottenere lo sconto immediato caldaia 2021, alla richiesta della detrazione in fase devono essere presenti le seguenti condizioni: L’immobile deve essere accatastato o in fase di accatastamento Deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi L’impianto di riscaldamento deve essere già presente

Lo sconto immediato o sconto in fattura viene calcolato e applicato in base all’ecobonus di riferimento. Se viene applicata la detrazione del 50%, il contribuente dovrà pagare solo il 50%, mentre se viene applicata la detrazione del 65%, il contribuente dovrà pagare solo il 35%. La parte restante viene anticipata dall’azienda che esegue i lavori, che a sua volta può trasferire il credito di imposta ad istituti di credito, banche, oppure può usare l’importo come detrazione fiscale o girarlo come ulteriore sconto in fattura. Possono accedere alla formula sull’acquisto della caldaia con sconto immediato sia i proprietari di singole unità immobiliari che gli amministratori di condominio per interventi da effettuare su tutto l’immobile.

Quali documenti presentare per ottenere lo sconto caldaia immediato

Per beneficiare della formula sull’acquisto della caldaia con sconto immediato del 50% o del 65% è necessario effettuare l’acquisto entro dicembre 2021. Inoltre, occorre disporre dei seguenti documenti:

- Asseverazione redatta da un tecnico abilitato che attesti i requisiti tecnici della caldaia e il miglioramento energetico conseguito - Certificazione del produttore della caldaia e delle valvole termostatiche

Terminata l’installazione il contribuente deve inviare i documenti all’Enea per ottenere la detrazione delle spese per l’acquisto della caldaia con detrazione. Per ottenere gli incentivi i pagamenti devono essere tracciabili e pagati come segue:

-Bonifico bancario (o postale) parlante per chi non è titolare di reddito di impresa - Bonifico parlante, oppure altre modalità di pagamento come bancomat o carta di credito dimostrabili con ricevuta.

Non sono riconosciuti pagamenti in contanti o con assegni. Nel caso viene scelto il bonifico parlante, inserire i seguenti dati: Causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986) Codice fiscale del beneficiario della detrazione Codice fiscale o numero di partita Iva di chi beneficia del pagamento Numero e data della fattura Scegliendo lo sconto in fattura il risparmio è immediato e non occorre attendere 10 anni per ricevere il rimborso.

Cambio caldaia 110 per cento con sconto immediato

Nel Decreto Rilancio del 19 maggio 2020 è stato introdotto anche il superbonus 110%, valido anche per ottenere sull’ acquisto della caldaia con sconto immediato, a patto che consenta di migliorare di almeno due classi l’efficienza energetica dell’immobile. L’agevolazione riguardante l’ acquisto della caldaia con sconto immediato è particolarmente vantaggiosa perché permette di risparmiare totalmente sia sul costo che sull’installazione della caldaia, quando però questa viene effettuata nell’ambito di interventi inclusi tra il primo luglio scorso e il 30 giugno dell’anno successivo

Al cambio della caldaia vanno abbinati altri interventi trainanti che permettono di usufruire dell’agevolazione, consistenti in lavori di efficientamento energetico tra quelli indicati nel Decreto Legge, come: Installazione di impianto fotovoltaico con possibile sistema di accumulo Installazione di impianto solare termico per produrre acqua calda sanitaria o integrazione dell’impianto termico Installazione di impianto ibrido pompa di calore e caldaia a condensazione

Anche l’isolamento termico dell’immobile rientra fra gli interventi di efficientamento energetico, e può essere effettuato sotto forma di cappotto termico, o riempimento dei muri dotati di intercapedine,oppure sostituzione degli infissi. Abbinando uno di questi interventi alla sostituzione della caldaia l’edificio bisogna tenere in considerazione che l’edificio deve aumentare l’efficienza di due classi energetiche e a questo punto si può beneficiare del bonus del 110%. Con questo incentivo vantaggioso si ottiene un risparmio globale sugli interventi e praticamente non si spende nulla.