Sconto Immediato in fattura 65%

La cessione del credito sostituzione caldaia è una delle misure più convenienti di risparmio concesse dallo stato italiano ai contribuenti che decidono di installare una caldaia di nuova generazione. Infatti, con l’installazione caldaia cessione del credito è possibile ottenere un risparmio immediato pari al valore della detrazione che spetta, che può essere del 50% o il 65%. L’incentivo è rivolto a tutti i contribuenti che vogliono cambiare la vecchia caldaia e scegliere con la sostituzione caldaia la cessione del credito come modalità di rimborso.

Con la cessione del credito sostituzione caldaia il fornitore ottiene il rimborso sotto forma di credito di imposta e non ha alcun bisogno di aspettare dieci anni per recuperarlo. Vediamo come funziona la cessione del credito sostituzione caldaia e tutto quello che c’è da sapere per poter usufruire dei benefici concessi dal governo italiano.

Bonus caldaia 2021 cessione del credito come funziona

Con il bonus caldaia 2021 cessione del credito è possibile sostituire l’impianto di climatizzazione vecchio e obsoleto con una caldaia ad alta efficienza energetica e usufruire di detrazioni fiscali che consentono di ottenere un rimborso delle spese sostenute. La percentuale concessa per la cessione del credito per sostituzione caldaia varia a seconda della tipologia di interventi che si desidera eseguire, ma tutti sono comunque mirati a migliorare l’efficienza energetica. Le detrazioni per la sostituzione caldaia e cessione del credito prevedono innanzitutto l’installazione di una caldaia a condensazione almeno di classe A e si suddividono nelle seguenti aliquote:

  • 50% - l’incentivo viene concesso per la sostituzione della caldaia con un nuovo modello a condensazione minimo di Classe A
  • 65% - l’incentivo viene concesso per la sostituzione della caldaia con un nuovo modello a condensazione almeno di Classe A, e con l’aggiunta di sistemi di termoregolazione evoluti.

Il bonus caldaia cessione del credito per questi interventi viene concesso per un tetto massimo di spesa di 30.000 euro. Invece,per i condomini, il bonus per la sostituzione caldaia con cessione credito è pari a:

  • 70%-75% - è previsto per una spesa massima di 40.000 euro da moltiplicare per ogni unità immobiliare
  • 80%-85% - viene concesso se vengono fatte delle modifiche che vanno a migliorare le prestazioni antisismiche ed entro una spesa massima di 136.000 euro, da moltiplicare per ciascun appartamento.

Oltre alla cessione credito sostituzione caldaia è possibile scegliere di usufruire dell’Ecobonus: In detrazione con la Dichiarazione dei Redditi, con la distribuzione di rate di pari importo per 10 anni Con lo sconto in fattura

Cessione del credito sostituzione caldaia 50%

Quando vengono effettuati interventi di manutenzione straordinaria su abitazioni ed edifici condominiali si può accedere al bonus ristrutturazioni. Fra gli interventi di manutenzione straordinaria sono ammessi anche quelli che hanno come obiettivo i risparmi energetici, e fra questi anche la sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova caldaia con cessione del credito ad elevata efficienza energetica. In questo caso il bonus caldaia 2021 ammette un tetto massimo di spesa pari a 96.000 euro per gli edifici indipendenti. Nel caso si tratta di condomini, il tetto massimo è sempre di 96.000 euro, ma va moltiplicato per ciascun appartamento presente nel condominio. La detrazione viene concessa solo nella misura del 50% e si può usufruire del rimborso spalmato in 10 anni oppure dello sconto in fattura, o ancora della cessione del credito sostituzione caldaia.

Caldaia a condensazione cessione del credito 65%

La cessione del credito sostituzione caldaia del 65% per la sostituzione caldaia viene riconosciuta dalla Legge di Bilancio 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 205) che stabilisce l’applicazione del beneficio su interventi riguardanti: Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti con caldaie a condensazione di efficienza appartenenti almeno alla classe A e installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, ovvero facenti parte delle classi V, VI oppure VIII. Sostituzione con impianti dotati di apparecchi ibridi, con caldaia a condensazione integrata a pompa di calore. Acquisto e installazione di generatori d’aria calda a condensazione.

Come previsto dalla Legge di Bilancio 2021 del Governo Conte bis, la detrazione con cessione credito per sostituzione caldaia è stata prorogata fino al 31 dicembre 2021. Questo vuol dire che è possibile usufruire di questo incentivo fino alla fine del 2021, ma rispettando i requisiti richiesti dalla legge, che prevedono la sostituzione dell’impianto di riscaldamento obsoleto con una caldaia a condensazione di classe A o superiore, e che vengano installate al contempo le valvole termostatiche.

I contribuenti possono approfittare delle varie offerte caldaia a condensazione cessione del credito per migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni e risparmiare somme notevoli. La cessione del credito sostituzione caldaia è un incentivo molto vantaggioso perché comprende sia l’acquisto che l’installazione della caldaia scelta, quindi, maggiore è la spesa e maggiore è il risparmio. Non spetta invece alcun incentivo a chi sostituisce la caldaia vecchia con caldaie di classe inferiore alla A. E’ importante sottolineare che l’incentivo è ottenibile a fronte di una spesa massima di 30.000 euro.

Superbonus 110% con cessione del credito sostituzione caldaia

Con il Decreto Rilancio è stato prorogato anche il superbonus 110%, che permette di sostituire il vecchio impianto di climatizzazione invernale con nuovi sistemi ad alta efficienza energetica. L’intervento rientra nell’ambito dei cosiddetti interventi trainanti, per cui può essere effettuato da solo, oppure abbinato ad esso un intervento trainato.

E’ importante rispettare in questi casi la prerogativa prevista dal beneficio, ovvero che l’edificio ottenga un miglioramento di almeno 2 energetiche rispetto a prima. La sostituzione dell’impianto vecchio di climatizzazione con l’installazione di una caldaia a condensazione è un intervento che beneficia della misura del 110%, a patto che rientri nei limiti di spesa massimali seguenti: 30.000 euro - per edifici unifamiliari o unità indipendenti 20.000 euro - da moltiplicare per ogni appartamento, per i condomini che comprendono fino a 8 unità immobiliari 15.000 euro - da moltiplicare per il numero delle unità, per i condomini composti da oltre 8 unità abitative. Anche in questo caso, oltre alla cessione del credito, con il del Superbonus 110% è possibile usufruire della detrazione in dichiarazione dei redditi con 5 quote ripartite per 5 anni, oppure dello sconto in fattura.